29 novembre, 2012

15 dicembre – Grande manifestazione antifascista

Annunci
29 novembre, 2012

Il 6 dicembre con la FIOM

I Comunisti Italiani di Treviso il 6 dicembre saranno alla manifestazione regionale della FIOM.
Siamo con i lavoratori in lotta per i diritti sindacali e un netto cambio di politiche sul lavoro che ribalti il peso dei sacrifici e guardi all’occupazione e al welfare.

20 novembre, 2012

Anche Treviso si mobiliti per la Palestina

Sembra che quanto succede in Palestina ciclicamente, con i bombardamenti e le invasioni di terra della striscia di Gaza e non solo, venga sempre trattato diversamente dagli altri conflitti che insanguinano il mondo.
Sui bambini, le donne, i civili palestinesi pesa una cappa di indifferenza maggiore che per le altre vittime di guerra.
Sembra che siano tutti sacrificati alla diplomazia delle grandi potenze, o saldamente legate alle politiche militari israeliane, o – i paesi islamici – intenzionate ad usarli come strumento di propaganda.
In Italia il maggiore amico dei palestinesi è sempre stata l’opinione pubblica, spesso ben più percettiva di media e politica sulle reale situazione nei territori occupati. Dobbiamo mobilitarci non contro “gli israeliani” come nazione ma contro la politica della Stato di Israele, aggressiva e oppressiva. Contro una occupazione sanguinosa, iniziata ben prima dell’ormai antica violazione della risoluzione ONU, e che riduce alla povertà, alla disperazione, alla morte in guerra migliaia di civili tra cui molti bambini.
Per questo ci adopereremo e daremo il nostro contributo assieme a chiunque altro vorrà partecipare, perché venga organizzata in tempi rapidi a Treviso una dimostrazione pubblica per la pace in Palestina e l’immediata cessazione dell’aggressione israeliana in corso a Gaza.

Alessandro Squizzato
Segretario provinciale Comunisti Italiani Treviso

7 novembre, 2012

Sinistra trevigiana lancia 12 temi per la città

da Oggitreviso.it
TREVISO
Sinistra Trevigiana propone 12 macro argomenti di confronto interno della grande coalizione della sinistra, su cui costruire un programma condiviso.

«La possibilità di strappare la guida della città alla Lega ed al centrodestra alle elezioni del 2013 dipende dalla capacità di creare una coalizione di forze politiche e movimenti civici aperta a tutti coloro che non sono stati compromessi con la giunta e la maggioranza uscenti » – dice nel documento Sinistra Trevigiana,  rappresentata in consiglio comunale da Alberto Cocco.

I temi toccati sono quelli della trasparenza, delle tasse e dell’Imu, proponendo una tassazione ridotta per i redditi più bassi, dell’urbanistica, con la rivitalizzazione del centro storico e la riutilizzazione degli edifici dismessi e il rilancio dell’edilizia popolare, e del lavoro con i problemi della disoccupazione. Ancora, un’incremento dei fondi per il sociale e dell’ambiente con l’obiettivo di una mobilità a misura d’uomo per ridurre l’inquinamento, una rete idrica adeguata e il rilancio dei quartieri a partire dai servizi pubblici. Il primo dei 12 punti tocca la casta: «basta con la Casta, gli incarichi nelle aziende ex-municipalizzate e negli enti pubblici vanno assegnati sulla base delle competenze dei nominati e non della loro appartenenza politica». Continua a leggere

6 novembre, 2012

Caviale e vodka a Treviso per festeggiare la rivoluzione sovietica

Domani alle 18.30, alla Casa Berlinguer di via Dandolo 25/a i Comunisti Italiani di Treviso organizzeranno un aperitivo atipico per ricordare la Rivoluzione d’Ottobre, che secondo il nostro calendario cade proprio il 7 novembre.
Il segretario Alessandro Squizzato spiega: “Noi siamo nostalgici solo del futuro, e di una sinistra forte, che possa tornare concretamente ad operarsi per un miglioramento della vita per i lavoratori.
Però non ci dimentichiamo della nostra Storia. Ci sono due grandi tappe che hanno cambiato le sorti del nostro continente. La Rivoluzione Francese che ha portato le idee di democrazia e della libertà individuale; e la Rivoluzione d’Ottobre, che ha innovato l’idea di uguaglianza e giustizia sociale.
Per questo, in perfetto stile russo, offriremo caviale e ottima vodka – oltre che il più nazionalpopolare prosecco – a tutti coloro che, anche con leggerezza e ironia, vorranno unirsi a noi per festeggiare.
Sarà anche un modo per raccogliere fondi per la Casa Berlinguer che da ormai un anno offre accoglienza nella nostra città, povera di spazi, a coloro che vogliono una sede per fare, pensare, organizzare la sinistra e l’impegno sociale.”

Partito dei Comunisti Italiani – Federazione di Treviso

30 ottobre, 2012

95° anniversario della Rivoluzione d’Ottobre, su i bicchieri!

Non ci dimentichiamo mai che il mondo cambia e che siamo la sinistra del presente, ma non ci dimentichiamo nemmeno la nostra Storia.
Invitiamo tutti a festeggiare con noi il giorno che ha cambiato il mondo, ottima vodka e caviale per tutti!

21 ottobre, 2012

Giovani e precari: riconquistiamo la posizione eretta!

Continua a leggere

17 ottobre, 2012

Un’altra aggressione fascista a Treviso

Altra aggressione fascista, è l’ennesima; negli ultimi anni se ne contano tante, troppe. Questa volta la vittima è un ragazzo appartenente al movimento Ztl, raggiunto al volto da un sanpietrino lanciato da una decina di neofascisti a volto coperto che si sono presentati al bastione dell’ex Camuzzi dov’era in corso un’occupazione per la costruzione di un luogo aperto e civile in città. È vergonoso continuare a pensare che partiti e associazioni di stampo fascistoide possano continuare ad aggredire i nostri giovani. Ricordiamo che l’attuale maggioranza cittadina vinse le elezioni puntando sulla sicurezza. Eppure qui a Treviso continuiamo ad avere gruppetti di picchiatori che fanno riferimento all’estrema destra. È ora che si impedisca a chi non è mai stato democratico, a chi rimpiange la dittatura mussoliniana, a chi aggredisce le idee più semplici e naturali della libertà d’espressione e di pensiero, a chi al confronto democratico preferisce le spranghe e i coltelli, a chi, insomma, continua a versare il sangue dei nostri giovani, di poter praticare le proprie idee violente.

Chiediamo quindi l’intervento della giunta e di tutta la cittadinanaza contro questi “soliti noti”. Noi, oggi, come nel 1945, sappiamo perfettamente da che parte stare: da quella della democrazia, della libertà e dell’antifascismo. Dalla parte giusta.

Per il Partito dei Comunisti Italiani, Treviso
Alessandro Squizzato

Per la Federazione Giovanile Comunisti Italiani, Treviso
Fabio Di Lisi

10 ottobre, 2012

La scuola di politica della FGCI

10 ottobre, 2012

Nella Marca si costituisce il comitato unitario per il Referendum sul lavoro

Si è formalmente costituito il comitato referendario provinciale per la raccolta firme a sostegno dei quesiti su articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori e articolo 8 del decreto-legge 13 agosto 2011, n°138 (deroghe ai contratti nazionali).
Il referendum è sostenuto a livello nazionale da FIOM, Sinistra Ecologia Libertà, Italia dei Valori, Comunisti Italiani, Partito del Lavoro,  Rifondazione, Lavoro e Società.
Due quesiti che parlano direttamente alla realtà quotidiana anche della nostra provincia, che dall’inizio della crisi ha affrontato un altissimo numero di crisi aziendali, licenziamenti, deroghe ai contratti nazionali con il peggioramento delle condizioni di lavoro di migliaia di donne e uomini.
Il tema di fondo è la scelta di una uscita dalla crisi che vada verso il rilancio del Paese e la tutela della qualità della vita dei cittadini e non verso il loro impoverimento.
Questioni che riguardano tutti noi e non soltanto i dipendenti della media e grande impresa o chi è sottoposto alla contrattazione collettiva nazionale.
Le organizzazioni firmatarie prendono l’impegno di promuovere la costituzione di comitati locali unitari, inclusivi verso tutti gli individui e i gruppi che vorranno partecipare, e di offrire pieno appoggio nelle funzioni di raccordo ai comitati già costituiti.
Dal 13 ottobre in poi saranno organizzati i gazebo per la raccolta firme e sarà possibile firmare anche presso gli uffici di tutti i comuni della Marca.

Paolo Pagotto, Augustin Breda, Luca De Marco, Alessandro Squizzato, Enrico Baldin, Giulio Zotti, Fulvio Albumina